Direkt zum Inhalt

Parcours pour réaliser la ville des enfants

Posted in

 

 
MCE SARDEGNA
Movimento di
Cooperazione Educativa
della Sardegna
 
 
Percorsi per realizzareLa città dei bambini
 
A Cagliari, al Centro di arte e cultura Il Ghetto, il 21 marzo 2015 si è parlato – ancora- del diritto dei bambini a vivere in città e dei percorsi che si possono attuare per realizzare una città a misura di bambino.
L'iniziativa è stata organizzata dall'associazione Efys Onlus di Cagliari, in collaborazione con il Movimento di Cooperazione Educativa Sardegna e lo studio editoriale Typos, con il contributo della Fondazione Banco di Sardegna e del Comune di Cagliari Assessorato alla Cultura.
L’evento ha mirato a promuovere il dibattito sul tema della città dei bambini approfondendo tre tematiche: il ruolo della scuola e dei servizi educativi, la mobilità sostenibile e la progettazione partecipata con i bambini.
Numerose le proposte presentate e discusse. Nutrita la partecipazione di studenti e insegnanti, amministratori e associazioni, urbanisti e architetti .
La giornata si è articolata in due fasi: la mattina sono stati attivati tre laboratori rivolti agli adulti (insegnanti, amministratori locali, architetti-ingegneri, operatori sociali, educatori, studenti e genitori) che hanno permesso di confrontarsi in maniera attiva e partecipata:
  • Storie urbane: le nostre mappe mentali della città, condotto da Domenico Canciani e  Paola Sartori del Movimento di Cooperazione Educativa di Venezia;
  • La città è il mio cortile con Elisia Nardini del Servizio Politiche per la Mobilità del Comune di Reggio Emilia;
  • Il senso politico del Gioco. Strumenti per liberare il potenziale ludico della città con Laura Moretti e Viviana Petrucci dell’associazione CantieriComuni di Roma.
Nel pomeriggio, si è svolto il convegno conclusivo, coordinato da Roberto Loddo, in cui sono stati presentati i lavori del mattino e approfonditi i temi e i progetti realizzati.
Sono intervenuti anche
  • Federica Palomba del Centro Giustizia Minorile per la Sardegna e
  • Gianfranco Damiani del Progetto Apeis.
  • E’ stato presentato il film documentario: L’alfabeto delle città con Giulia Serpi, insegnante MCE Sardegna.
Il progetto nasce per promuovere le buone prassi che indicano dei percorsi possibili per realizzare una città a misura di bambino. Per Laura Ligas dell’associazione Efys onlus: “una città capace di tener conto dei bisogni e dei desideri dei bambini, saprà tener conto della necessità dell’anziano, del disabile e dello straniero, e quindi una città adatta ai bambini, sarà adatta per tutti.”
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

Antworten

CAPTCHA
Diese Frage hat den Zweck zu testen, ob Sie ein menschlicher Benutzer sind und um automatisierten Spam vorzubeugen.
Bild-CAPTCHA
Geben Sie die Zeichen ein, die im Bild gezeigt werden.