Salta al contenuto principale

RINGRAZIAMENTO PER LA MIA ELEZIONE AL CA DELLA FIMEM

Testo del ringraziamento che non ho avuto il tempo di leggere all'Assemblea Generale della FIMEM a Ljungskile

Grazie a tutti, per la mia elezione al CA della Fimem. Voglio ringraziare prima i miei compagni italiani, dopo la mia amica Nuccia Maldera, Saluto anche Eduard che dopo alcuni anni, lascia il CA.

Sono molto onorato, di essere stato eletto in un organo così importante come il CA della Fimem; la federazione delle nostre associazioni di educatori che da volontari dedicano parte del loro tempo e le loro energie per un Mondo migliore. Io prometto di fare del mio meglio, per onorare questo incarico.

Vengo da Napoli, nel Sud Italia, una città con molti problemi sociali, in cui ho insegnato tutta la mia vita a studenti e lavoratori in aree popolari, e dove gli insegnanti, i miei colleghi, molte volte, usano la pedagogia Freinet con l'aiuto della tecnologia digitale. Penso che il Movimento Freinet, anche in questo Ridef, debba fare un passo avanti nell'uso delle tecnologie digitali in tutte le situazioni in cui è possibile; grazie ai compagni del movimento svedese Kap, per aver scelto come argomento di questo Ridef proprio LA COMUNICAZIONE

Voglio lavorare con Antoinette, Mariel, Sylviane, le tre "stelle" della CA e insieme i delegati dell'Assemblea, anche perché penso che solo 4 persone alla CA, siano poche. Penso anche che tutti insieme dobbiamo aiutare il nostro movimento della FIMEM a funzionare meglio.

Ora, in questo momento, penso anche ai ragazzi in difficoltà in tutti i paesi del mondo: Sud America, Africa, Asia e anche nei paesi ricchi del Nord America e dell'Europa e nei luoghi in cui Fimem è vicino a coloro che lottano nel mondo per l'affermazione dei diritti umani Penso che sarebbe bello avere una collaborazione con le associazioni che lavorano per i diritti umani

Il mondo di oggi è dominato dal neoliberismo e dal pericoloso nazionalismo che con la finanza al comando, opprimono e distruggono il nostro pianeta!

Mma noi siamo contro! "Esto mundo non ce gusta, y lo vamos a cambiar" come afferma il movimento femminile in Spagna.

Io e noi, vogliamo affermare ciò che Unesco, Nelson Mandela, Malala, altri e l'Assemblea di Ridef 2016 in Benin, ha detto:

"SOLO LA CULTURA E L'EDUCAZIONE POSSONO SALVARE IL MONDO!"

 

Ljungskile 27 luglio 2018                                                                                                   Lanfranco Genito