Salta al contenuto principale

Corrispondenza internazionale

 

Corrispondenza internazionale

l'anno di emissione del francobollo Célestin et Élise Freinet

La classe fuori dalle mura, un'apertura al mondo, agli altri. Senza dubbio, storicamente, questa è la prima "tecnica" messa in atto e raccomandata da Freinet, anche prima della stampa. Uscire, visitare, incontrare, incontrare, indagare, interrogare, interrogare, tutto il lavoro etnologico messo a disposizione dei bambini molto piccoli affinché possano comprendere l'ambiente che li circonda. La tipografia permetterà di formattare i risultati di questi sondaggi e di comunicarli a tutta la classe, per poi inviarli a una rete che iniziò ad essere organizzata nel 1924 con classi al di fuori dei confini.

La corrispondenza inizia con l'invio di testi liberi, poi, una volta collegati tra loro, i giornali. La corrispondenza è nata "naturale1" in quanto i giornali sono inviati a reti di una ventina di classi. La corrispondenza tra le classi è stata attuata solo gradualmente.

Tutte queste reti praticano la pedagogia di Freinet? Il loro primo obiettivo è quello di far adottare l'industria tipografica e quindi il testo libero. Parallelamente alla corrispondenza scolastica, si sta creando una corrispondenza tra insegnanti per lo scambio di esperienze, che confluiranno in successive rassegne pedagogiche sotto forma di articoli.

Le scuole rurali sono povere e non hanno i mezzi finanziari per viaggiare. È quindi della massima importanza interrogarsi tra le scuole, inviarsi reciprocamente specialità locali (formaggi, fichi, olive.....), descrivere usi e costumi, scambiarsi foto, registrazioni sonore e filmati.

 

Esperanto.

La priorità, ai tempi dei pionieri dell'École Moderne, è data al cambiamento di scenario. Scegliete di corrispondere con una regione o un paese remoto per ampliare le vostre conoscenze. Ci troveremo presto di fronte alla questione delle lingue. Possiamo escludere dalla corrispondenza tutti i paesi che costituivano l'URSS, all'epoca portatori di un ideale politico per gran parte degli insegnanti? Freinet, viaggiando attraverso la Russia da nord a sud nel 1925, stabilì contatti che desiderava mantenere e moltiplicare. Poi fu adottato l'esperanto, che sarebbe diventato il linguaggio della comunicazione internazionale nel movimento, in modo che nessuna civiltà fosse privilegiata a scapito degli altri.

Fino al 1982, gli scritti pedagogici erano destinati principalmente ai francofoni. Ma già dal 1968, nelle riunioni internazionali, l'esperanto era sempre meno praticato. Il principio della traduzione in tre lingue europee, ancora oggi in vigore, sarà gradualmente adottato, il che ridurrà notevolmente i tempi di comunicazione orale. I lusofoni sono esclusi, anche se sono molto numerosi.

Tuttavia, entro il 2018, le lingue, nella loro diversità, non dovrebbero più costituire un ostacolo alla comunicazione scritta (e presto orale). La pratica della corrispondenza internazionale mi aveva già da tempo alleggerito dei miei complessi: si trova quasi sempre in una classe, un bambino, un genitore e nella scuola un insegnante, suscettibile di tradurre, soprattutto quando la comunicazione è prioritaria, e quando la purezza grammaticale è lasciata a chi vuole intraprendere una carriera nell'interpretazione.

Nel 2018, se utilizziamo un traduttore automatico appropriato e mettiamo la lingua originale del messaggio sotto la lingua tradotta, saremo in grado di capirci a vicenda. I più coscienziosi controlleranno la loro traduzione usando due correttori di bozze separati e invertiranno la traduzione per controllare. E non dimentichiamo che rivendichiamo gli stessi valori di collaborazione, quindi guardiamo insieme, tra corrispondenti.

Nel 2018, non registriamoci per corrispondere in una lingua specifica, ma per scambiare con coloro che cambieranno il nostro scenario. Adottando questa modalità di funzionamento, è solo dopo la scelta di una regione o di un paese che il progetto comune, di cui il mezzo di comunicazione fa parte, sarà definito. Tornare oggi ad un'unica lingua che l'esperanto è quasi scomparso significherebbe imporre l'inglese.

 

Cosa c'è dietro la scelta della lingua inglese?

Sostituire l'esperanto con l'inglese. Non è politicamente difendibile. Non fa parte dei nostri valori sostenere un imperialismo che sta diventando globale. Il valore "profitto" non è nella nostra carta. Ma scegliere una lingua è scegliere una civiltà, quella che si è data la missione imperialista di dominare il mondo, militarmente, politicamente ed economicamente, arrivando a modellare insidiosamente i nostri gusti artistici.

Per un gran numero di bambini, il poliziotto in serie poliziesca, sceneggiato da software, girato giorno dopo giorno sugli schermi televisivi, diventa il modello da imitare. È quindi naturale rendere l'inglese la prima lingua obbligatoria in tutte le scuole del mondo. La scelta di una lingua non è neutrale.

Scegliete liberamente i vostri corrispondenti, ma cosa possiamo scambiare e come?

 

Tipi di corrispondenza, storica o adattata al mondo moderno.

All'inizio e fino a poco tempo fa, era nota solo la corrispondenza postale. Freinet è costantemente alla ricerca di deroghe per abbassare il prezzo. Le circolari vengono inserite nei giornali per evitare un francobollo aggiuntivo e beneficiare di una tariffa inferiore. Molti fattori chiudono un occhio, ma in alcuni uffici postali si segnalano casi di truffa.

Nel 1926, una rete di film Pathé-Baby è stata creata per permettere ai bambini e agli insegnanti di conoscersi, di mostrare sequenze di aratura, raccolta, vita al mare e in campagna. Questi film hanno circolato a tal punto che pochi di loro sono arrivati fino a noi.

Gli scambi privilegiati si svolgono tra due classi, come abbiamo detto nell'introduzione, ma Freinet ha preferito fin dall'inizio organizzare reti per includere la corrispondenza nell'apprendimento. "Tu hai un gatto, e anch'io! "Ho un fratellino e tre sorelle". Abbiamo rapidamente esaurito il soggetto e perso ogni motivazione! D'altra parte, quando una serie di testi liberi scelti da un bambino per un corrispondente ben definito, solo uno designato per classe, vengono inviati, ma in una rete, in ogni scuola viene creata una vera e propria biblioteca per bambini. La corrispondenza non si ferma mai poiché ogni classe ha una ventina di corrispondenti. Questa corrispondenza, chiamata "naturale" negli anni '70, è estremamente ricca. "Ha qualche prova storica vicino alla scuola? ». "Come si va a scuola? "A quale progetto stai lavorando attualmente? ».

Se oggi, in molti paesi i Messaggi hanno perso la loro affidabilità, se non del tutto scomparso, questo non dovrebbe impedirci, cambiando il supporto, di trarre ispirazione da esperienze che in passato sono state ricche di lezioni. Per evitare questo problema di posta smarrita, ho utilizzato personalmente la valigia diplomatica, un mezzo di corrispondenza sicuro utilizzato dai consolati e dalle ambasciate. La legge lo vieta ora per i nondiplomatici. Ma ci sono eccezioni a qualsiasi legge. Si è sicuri di non ottenere nulla quando non si insiste su di esso. È sufficiente avere un accordo speciale tra due governi e accettare che i pacchetti siano aperti per verificare che non contengano armi o droghe.

Possiamo sempre scambiarci suoni e immagini. Ci permette di sapere con chi stiamo parlando, di conoscerci a vicenda. Ritratti fotografici. Ritratti dipinti o disegnati. Videogrammi realizzati con una macchina fotografica o un semplice telefono cellulare.

Abbiamo gradualmente integrato il progresso dell'elettronica e delle tecnologie dell'informazione, dal telefono, fax, minitel e e-mail ai siti web. Queste ci offrono opportunità che siamo ancora lontani dall'aver esplorato. Qualsiasi classe che ha un sito sotto forma di blog, o più elaborato, può condividere le pagine con un'altra classe o una rete di corrispondenti. Troppo pochi usano le webradio: sono progettate per diffondere informazioni dall'asilo in poi, ma possono anche essere utilizzate per produrre un giornale insieme, con diverse classi.

Tuttavia, corrispondere con gli altri non è il risultato di esibizionismo ma di scambio. Il "I love" di facebook mi sembra essere bandito in quanto frutto di un approccio che consiste nel definire un territorio e farvi entrare il maggior numero possibile di persone senza cercare di conoscerle.

Internet ci offre un nuovo strumento per corrispondere, ma anche per lavorare insieme. Questo è l'obiettivo delle Classi Virtuali Cooperative (CVC). Stiamo aprendo una rete per coloro che desiderano imparare a fare e studiare immagini su tutti i media. Altri potrebbero ospitare i CVC di giornalisti che analizzano lo stesso evento insieme, come abbiamo fatto in passato.

 

Alcune precauzioni.

Scegliere un mezzo appropriato con i vostri corrispondenti e un mezzo di traduzione è probabilmente il primo passo da compiere una volta che avete scelto voi stessi. Tuttavia, questo non è sufficiente. Tutti i fallimenti che ci sono stati segnalati ci portano a formulare alcune regole.

Una corrispondenza stabilita nell'ambito della scuola deve essere verificata. Una lettera chiusa può includere un linguaggio razzista o abusivo, come ad esempio un'e-mail personale. Fate tradurre i testi quando non siamo in grado di capirli, prima di consegnarli alla classe. Indipendentemente dall'età dei bambini, assicurarsi che ci sia un contenuto. Una volta che tutti sanno quale animale domestico possiede la famiglia dell'altra persona, non c'è niente di interessante da dire all'altro.

Ma prima di tutto, confermate la ricezione e annunciate le vostre intenzioni, qualunque esse siano. "Abbiamo ricevuto la tua lettera e risponderemo il mese prossimo, o solo alla fine dell'anno perché..... "Così facendo, rassicura e crea un'aspettativa che non dovrebbe essere delusa. Quando avete preparato una spedizione per diversi giorni e non sapete cosa vi è successo, non volete continuare. Non dimenticate i divari tra i periodi scolastici e in particolare negli scambi con le scuole dell'emisfero sud. Non dimenticate neppure le differenze di fuso orario nel contesto delle centrali telefoniche.

La corrispondenza che utilizza il mezzo Internet deve tener conto dei vincoli tecnici. Quando il throughput è basso, configura il tuo messaggio in.txt e non in.html. Non avremo una bella presentazione, ma il nostro interlocutore sarà in grado di leggere il messaggio. Evitare gli allegati nelle e-mail e su una pagina web. Se i file allegati sono accettati, raggrupparli in un unico file (7zip è gratuito) e limitarne il peso, per non parlare dei test.

Non tutti hanno l'elettricità, ci ripetono gli europei, pensando "ai poveri africani"! L'esperienza mi ha dimostrato che un messaggio inviato contemporaneamente ad un remoto villaggio africano e ad insegnanti francesi, tedeschi o svizzeri, riceve generalmente una risposta più rapida dall'Africa che dall'Europa. I più svantaggiati non sono i più svantaggiati in termini di immaginazione e strategie per superare le difficoltà. Nessun ostacolo può impedire a due classi di confrontarsi quando sono fermamente impegnate a farlo. In primo luogo, è sufficiente concordare insieme i termini e le condizioni.

Michel